sabato 7 giugno 2014

Federico e Giulia

BIOGRAFIA IMMAGINARIA
Rosina Giulietti è nata nel 1932 a Matelica.
Ha avuto un’infanzia non molto felice perché all’età di 6 anni gli era morto il padre ed era rimasta con sua madre e i suoi tre fratelli.
Quando aveva quasi dieci anni cominciò a lavorare nei campi di patate ed altri tuberi.
Fino ai 18 anni ha passato un momento bruttissimo della sua vita che vuole assolutamente dimenticare, perché in quegli anni ha avuto atto la Seconda Guerra Mondiale e lei sentiva sempre gli aerei passare sopra casa sua che qualche volta bombardavano i campi.
Finita la guerra, all’età di 22 anni si sposò e dopo qualche anno ebbe due figli.
Trovò anche lavoro in fabbrica.
Nel 1968 successe una tragedia, il marito venne travolto da una macchina ma riuscì a superare questo terribile momento.
All’età di 40 anni diventò nonna e riacquistò la felicità di un tempo come non mai.
Continuò la sua vita dedicandosi al lavoro, infatti dopo un po’ incominciò a fare la sarta facendo molti sacrifici.
Scelse di andare in pensione all’età di 61 anni e rimase sola perché i figli, una decina di anni prima si erano laureati ed erano andati all’estero per lavoro.
Da qui in poi non fece altro che stare a casa con le amiche pur avendo una certa età e sorridendo ai bambini che giocavano a calcio per strada.
Adesso la nostra cara amica Rosina si è rifugiata nella Casa di Riposo di Esanatoglia.
Federico

L’INCONTRO
Durante la mattinata del 16 aprile siamo andati in visita alla Casa di Riposo di Esanatoglia.
Dopo che siamo entrati ci siamo seduti uno a uno e abbiamo iniziato a riconoscere le persone che avevamo visto solo in foto e ci siamo posizionati di fronte a coloro su cui avevamo scritto la biografia e abbiamo letto loro il nostro lavoro.
Abbiamo cominciato a conoscerci e sia io che i miei compagni ci siamo stupiti del fatto che la mia “collega” aveva 97 anni.
Mi ha fatto commuovere quando mi ha raccontato del suo primogenito, da bambino a scuola era sempre il migliore in tutte le materie.
Un giorno, dopo essersi sposato e aver avuto due figli, era su un treno per andare da qualche parte in vacanza. Purtroppo il treno sbandò e finì fuori dalle rotaie... Morirono tutti compreso lui e la sua famiglia.
Verso l’una abbiamo lasciato la Casa di Riposo e siamo ritornati a scuola.
Federico 



Nessun commento:

Posta un commento